Archivio mensile:aprile 2012

Pizzeria “Naturale” – Trasferta a Milano

Oggi torniamo nel capoluogo meneghino, in compagnia della nostra ormai fedele Silvia!

La Pizzeria Naturale è una delle pizzerie storiche e più note della zona centrale di Milano, a metà esatta tra il Naviglio Grande e Piazza Duomo;  con il forno a vista e i coperti su due livelli, offre un numero decisamente sufficiente di coperti.

La prima cosa che notiamo sfogliando il menù di questo locale è il tipo di impasto disponibile per le pizze: farina “00”, integrale, farina biologica e addirittura biodinamica…non chiedetemi cosa sia l’ultima ma il risultato finale è stato però decisamente ottimo.

Il menù ha una vastissima scelta di pizze: vi consiglio tra tutte quella con prosciutto crudo e brie ma è soltanto una delle tantissime varianti dal sapore particolare offerte  in questo locale.

La scelta della nostra cena è ricaduta su pizze più semplici quali la Diavola e una Porcina – che in realtà altro non è che una margherita con funghi porcini.

Pizza Diavola

 

Pizza Porcina

Da bere abbiamo optato per una birra e una bottiglia di acqua naturale. Che dire: in 10 minuti le pizze ci sono state servite, cotte in maniera perfetta e con ingredienti di qualità superlativa (ancora una volta, purtroppo, i funghi porcini del nord battono tutti gli altri).

Sicuramente i prezzi non sono molto economici (7 euro la diavola e 10 la Porcina) ma dobbiamo riconoscere che la qualità di impasto e ingredienti li giustificano del tutto.

La pizza è morbida, sottile, cotta al punto giusto e soprattutto digeribilissima; vi alzerete da tavola senza la minima sensazione di pesantezza.

Tartufo gelato

 

Tiramisù

Un pò deludenti i dolci. Anche questa volta ho voluto provare il tiramisù ma era decisamente secco e poco saporito. L’altro dessert era il classico tartufo Bindi quindi nulla da eccepire in quanto confezionato.

Il servizio è di alta qualità, con camerieri professionali e sempre attenti a qualsiasi vostra richiesta; ma soprattutto dobbiamo sottolineare una gestione molto veloce delle comande, visto che anche in serate di confusione non passerano più di 15 minuti dal momento dell’ordine a quello in cui arriva la pizza.

E’ possibile ordinare anche alcuni dei piatti del giorno, come insalate, carni o taglieri di salumi ma la scelta non è vastissima e in ogni caso i prezzi non sono modici.

Nel complesso, considerando anche la posizione molto centrale e i prezzi di Milano, 36 euro in due risulta essere un prezzo abbastanza normale.

Prezzo medio a persona : 18 euro

PRO:

  • Impasto leggerissimo e buonissimo
  • Grandissima varietà di pizze
  • Ottima qualità degli ingredienti
  • Posizione centrale

 

CONTRO:

  • Prezzi non troppo modici anche se giustificati dalla qualità e dalla posizione
  • Scarsa varietà di dolci.

Voto del team: 9.0

Pizzeria “La Pecora Nera” – Siracusa

In attesa di pubblicare i resoconti di altre trasferte, ormai in dirittura di arrivo, parliamo oggi di un altro famoso locale aretuseo, la Pecora Nera, che in questi anni ha saputo ritagliarsi una buona fetta di appassionati.

Ecco dunque un piccolo assaggio delle nostre pizze:

Margherita con bufala e wurstel

 

Parmigiana

 

La caratteristica di questo posto è però il Vulcano. Si tratta di una pizza normale, chiusa da un lato e ripiena di diversi ingredienti a scelta; in questo modo si ha da una parte una normale pizza, dall’altra una sorta di calzone personalizzato.

Il Vulcano con porcini

 

Nulla da dire in generale sulla qualità delle pizze: l’impasto è soffice e saporito e gli ingredienti sono di buona qualità, senza tuttavia toccare vette di eccellenza clamorose.

Qualche avvertenza è necessaria quando si ordina un Vulcano: la cottura in questo caso non è uniforme, perchè è chiaro che una pizza ripiena ha bisogno di qualche secondo in più rispetto ad una normale.

Scegliendo una farcitura particolarmente “importante”, come quella con salsiccia e cipolla, il risultato potrebbe lasciare insoddisfatti, soprattutto coloro i quali apprezzano la salsiccia ben cotta (come il sottoscritto per esempio).

Ecco infine i dolci:

Zuppa Papale

 

Millefoglie al limone

Gli splendidi dolci sono gli stessi, come facilmente verificabile, di cui abbiamo parlato in occasione della recensione della Frateria; il motivo è presto detto, vengono serviti in entrambi i locali! Sono buonissimi, ma se volete saperne di più, vi rinvio proprio a quella recensione, che potrete leggere qui.

In definitiva La Pecora Nera si conferma un buon locale, affidabile ma lontano dagli standard qualitativi a cui l’esperienza ci ha ormai abituato; occhio ai Vulcani, soprattutto alla scelta dei ripieni, ma per il resto rimane una soluzione papabile per passare in compagnia il sabato sera.

Prezzo medio a persona: € 15,00

 

Pro:

  • Impasto soffice e saporito
  • Vasta scelta di pizze speciali
  • Ottima scelta di dolci

Contro

  • Ingredienti “soltanto” buoni
  • La cottura dei Vulcani può diventare problematica

 

Voto del Team: 8.0

Ristorante “La Darsena da Jannuzzo” – Siracusa

Con questa recensione parte una nuova categoria, quella dell’elite gastronomica, locali cioè in cui l’altissima qualità si affianca al costo nettamente superiore alla media. Nel voto finale dunque, il rapporto qualità/prezzo ha un peso minore. La nostra inviata di oggi è sempre l’ormai nota Silvia!

Il Ristorante La Darsena è uno dei più antichi locali del centro storico, sito in via Dei Mille e affacciato proprio sulla darsena. Il “cambio di testimone” alla gestione del locale, che ha visto avvicendarsi Jannuzzo padre con i figli non ha minimamente influito, come vedremo, sulla qualità generale, anzi.

Premessa indispensabile per la scelta della Darsena è la passione per tutto ciò che il mare può offrire; infatti potrete scegliere direttamente voi il pesce da farvi preparare, grazie alla maestosa esposizione di pescato freschissimo che colpisce già all’ingresso la clientela.

Per gli antipasti fatevi pure prendere dal panico: il buffet proposto è talmente vasto da farvi confondere ma, nonostante l’ampia scelta, non ci sarà una sola pietanza che potrà deludervi.

Il tavolo degli antipasti, con in fondo a destra il nostro amico Stefano concentrato nella scelta

Il risultato delle ponderate scelte!

Il pasto di oggi, dopo i vari antipasti scelti da ciascuno ha compreso tre primi diversi, selezionati dai vari commensali alla carta, ossia:

Spaghetti ai ricci

Conchigliette al ragù di mare

Casarecce alla Darsena (zucchine, pesce spada, mentuccia e mollica abbrustolita)

Tocca adesso ai secondi:

Pesce Spada alla griglia

Spigola arrosto

Gamberoni alla griglia

Frittura mista

Un ottimo sorbetto al limone ha poi dato il via libera al dolce. Qui la scelta è caduta all’unanimità sulla famossima torta Don Camillo (ciccolato e pistacchio) che viene preparata per il ristorante dal bar pasticerria Brancato.

Torta Don Camillo

Il tutto è stato “innaffiato” da due ottime bottiglie di Prosecco.

Sicuramente impagabile la qualità del cibo, pasta con cottura perfetta nonostante fosse la domenica di Pasqua, condimenti saporiti al punto giusto e soprattutto pesce veramente fresco e dal gusto divino. Anche i tempi di attesa tra una portata e l’altra sono stati perfetti.

A tutto questo si aggiunge la professionalità e la gentilezza del personale e dei titolari pronti ad esaudire ogni vostra richiesta, manifestazione evidente di una perfetta organizzazione.

Prezzo medio a persona: 50 euro

PRO

  • Pesce freschissimo
  • Vasta scelta di pietanze
  • Ottima Scelta di vini
  • Grande varietà di dolci

CONTRO

  • Nulla da segnalare, a parte la necessità di essere veri amanti del pesce

Voto del team: 10 e lode

Pub Pizzeria “Augustus” – Avola (SR)

L’Augustus è uno dei più famosi locali della provincia aretusea, talmente conosciuto da essere considerato quasi un “approdo sicuro” per rimediare a “sabati sera” altrimenti andati a finire male; questo perchè all’interno della struttura sono presenti addirittura 300 coperti, un numero spropositato che permette quindi di evitare anche la prenotazione, con tempi di attesa di solito mai superiori ai 15 minuti.

Una volta preso posto, è impossibile non cominciare con qualche stuzzichino:

Fritto misto

 

Un’abbondante frittura mista formata da patatine normali, patate saporite a dadini, crocchette di patate, un’oliva ascolana, una mozzarellina panata, un’arancinetta e una chela di granchio. Una porzione tranquillamente valida per due al costo di soli 4,50 euro!

Cominciamo adesso con il piatto forte della casa, le pizze, di cui forniamo una carrellata in verità piuttosto impressionante:

L'impressionante Calzone classico

 

Margherita più funghi porcini

 

Quattro stagioni più Wurstel, delicatissima!

 

Pizza Augustus, con rucola, crudo e scaglie

 

Parmigiana

 

Basta uno sguardo distratto per intuire la particolarità di questo posto: ogni pizza infatti è letteralmente strapiena di condimento, toccando addirittura delle vette quasi di esagerazione (è il caso ad esempio del Calzone, al cui interno si poteva ad occhio stimare una presenza di oltre 300 grammi di prosciutto cotto).

Il tutto era ovviamente molto buono (non si parla però qui di particolari impasti o di ingredienti altamente prelibati) ma soprattutto servito in maniera rapida e precisa, segno di una organizzazione molto accurata.

Ottima anche la scelta delle birre e delle bevande in genere, un po’ meno vasta quella dei dolci.

In generale possiamo ritenere la fama dell’Augustus certamente meritata: rappresenta un locale in cui trovare dopo tanti anni la stessa qualità di sempre, una familiarità che piace senza dimenticare l’eccellente rapporto qualità/prezzo.

 

Costo medio a persona: € 11,00

 

Pro

  • Pizze condite in maniera incredibile
  • Prezzi più che onesti
  • Servizio impeccabile

 

Contro

  • Qualità accettabile ma non da eccellenza
  • Scarsa varietà di dolci

 

Voto del Team: 9