Archivio mensile:giugno 2012

Bar “Tiffany” – Siracusa

Parliamo oggi di una forma ormai diffusissima di intrattenimento, un pasto “atipico” che dopo essersi affermato in tutto il nord Italia da tempo ha finalmente trovato anche nel sud terreno fertile, con le ovvie personalizzazioni.

L’aperitivo, o anche la sua forma rinforzata denominata con un orrido neologismo “apericena”, si consuma in bar e locali spesso dotati di buffet, pagando solo la consumazione alcolica o analcolica; in questo caso valuteremo l’offerta del Bar Tiffany, un nome che racchiude una famosa citazione, ma che stavolta non c’entra niente con le gioiellerie.

L’aperitivo non è al buffet ma, di fatto, la solerte cameriera provvede ad imbastirne uno in piccolo per ogni tavolino, così composto:

Rustici con prosciutto, mozzarella, wurstel e spinaci e mozzarella

 

Olivette e mini wurstel

 

Arancina al forno

 

Pizza bianca e rossa

 

Arachidi e pistacchi

 

Patatine miste (anelli alla paprica, fiocchi di mais, alle arachidi)

 

Il classico Spritz

 

Nella stagione invernale a tutte queste portate viene aggiunto anche un piattino con le fritturine di mozzarella e crocchette.

La declinazione dell’aperitivo in salsa meridionale risulta una scelta vincente: i rustici, preparati dal laboratorio del bar, sono infatti ottimi ma soprattutto vari ed abbondanti; ogni giorno vengono presentati quelli della casa.

Freschissima la frutta secca e le patatine, ma in generale una soluzione assolutamente da consigliare, anche se non soprattutto per l’incredibile rapporto qualità prezzo.

Lo spritz abbondava forse in Aperol, ma scegliendo per esempio un bicchiere di prosecco o un bitter analcolico si va decisamente più sul sicuro.

Il prezzo per un apertitivo analcolico è di soli 2,5 euro, 4 per la versione con lo spritz.

 

Pro

  • Ottima varietà
  • Buona qualità
  • Prezzo molto conveniente

Contro

  • Nessuna ricerca di sapori particolari
  • Spritz non sempre all’altezza

 

Voto del Team: 9,5

Pizzeria “La Fornace” – Siracusa

Lungo il litorale aretuseo che porta verso la zona balneare di Siracusa è possibile trovare numerosi locali, alcuni dei quali aperti solo in estate. Generalmente frequentati per consumare dell’ottimo pesce, qualcuno offre anche l’opportunità di scegliere una buona pizza in compagnia.

La Fornace è infatti sia ristorante che pizzeria; in questa occasione analizzeremo però solo la parte dedicata alla pizza, riservandoci di provare le specialità di mare in una prossima occasione.

Come in ogni pizzeria che si rispetti, è possibile ordinare le tipiche fritturine/antipasto, costituite però interamente da prodotti surgelati “ordinari” (patatine, crocchette, olive ascolane, mozzarelline panate).

Veniamo invece al cuore della cena, cioè le pizze:

Panna, prosciutto cotto e spinaci

 

Una pizza certamente non leggera ma dal sapore gradevole, fortemente condizionato dalla panna che comunque era di buona qualità.

Parmigiana

 

Una classica Parmigiana con melanzane fritte, prosciutto, uova sode e mozzarella, anche qui ben lontani dalla leggerezza ma il risultato, in termine di qualità, era più che soddisfacente.

Capricciosa meno funghi

 

Ancora un classico, la Capricciosa, per l’occasione sprovvista di funghi (ma dovrebbero essere quelli freschi). Pizza ricca ma non ricchissima, sostanzialmente equilibrata, ideale per chi non gradisce troppe stravaganze.

Ciliegino e Speck

 

Accoppiata molto riuscita quella tra la dolcezza del pomodoro Ciliegino e la ricca sapidità, tendente leggermente all’affumicatura, dello speck; gustosa e al contempo briosa.

Quattro Formaggi

 

Ecco una ricchissima e gustosissima Quattro Formaggi, altro classico della tradizione, in versione priva di pomodoro (come giusto che sia) ma ricca di sapore.

La Fornace

Terminiamo con la pizza della casa, assemblata con salsiccia a tocchetti, patate al forno, cipolla, pomodoro, mozzarella e pangrattato. Sicuramente pesantissima, la pizza apparentemente ricca di gusta nasconde una spiacevole sorpresa: il pangrattato, che la ricopre per intero, finisce con l’assorbire tutti i fluidi, sia del pomodoro che della mozzarella. Il risultato è così una pizza secca e difficile da apprezzare al palato.

Al di là delle descrizioni particolareggiate, alcuni elementi accomunano tutte le preparazioni: in primo luogo la pasta, soffice e dal buon sapore, e la qualità degli ingredienti, comunque accettabile (ma non eccellente).

Da segnalare in senso negativo la scarsa presenza di condimento, con pizze che in alcuni casi limite si riducono ad essere un enorme bordo con solo il cuore condito, e un servizio non sempre impeccabile. Il tutto è mitigato però dalla simpatia dei ragazzi ma soprattutto dall’incredibile visuale che il locale riesce ad offrire, vista la posizione letteralmente sul mare con lo sguardo rivolto alla città.

Il costo medio per una cena a base di pizza non supera di solito i 13 euro a persona.

 

Pro

  • Qualità dell’impasto
  • Posizione panoramica
  • Costi inferiori alla media

Contro

  • Ingredienti solo discreti
  • Pizze generalmente poco condite
  • Servizio non sempre impeccabile

 

Voto del Team: 8.0

Trattoria “Al Castello” – Donnafugata (RG)

In uno degli scorci più bella di tutta la Sicilia, ossia proprio davanti al Castello di Donnafugata, si trova la trattoria di cui parleremo oggi, tappa quasi obbligatoria per chi si trova in quei posti all’ora di pranzo.

La Trattoria offre diversi menu fissi, a partire da 16 euro, e anche qualche piatto alla carta; per l’occasione abbiamo ovviamente scelto il menu più corposo, dal costo di 20 euro, che era costituito come prima cosa da due piatti di antipasto:

Antipasto misto salumi formaggi e verdure

 

Focaccina, “vota vota” e mozzarellina

 

Il piatto misto non era abbondantissimo ma le olive, la salsiccia secca e i formaggi erano molto buoni; anche la gelatina in effetti era di ottima qualità, mentre assolutamente senza senso la fetta di prosciutto di tacchino che si può trovare in qualunque supermercato d’Italia.

La focaccia di ricotta ma soprattutto il “vota vota”  (una sorta di pizzetta farcita tipica del ragusano) con pomodoro e prezzemolo erano invece decisamente ottimi!

La tradizione regna sovrana anche per i primi piatti:

Ravioli al sugo di maiale, Gnocchetti alla Norma

 

La ricotta dei ravioli era squisita, cosa peraltro piuttosto normale vista la zona, buonissima pure la pasta alla norma, arricchita con dell’ottima ricotta salata. Le porzioni potevano eventualmente essere raddoppiate, ma considerato che si trattava di un pasto completo il consiglio è di limitarsi un minimo nelle quantità.

Ecco l’arrosto misto di maiale, immancabile in ogni trattoria che si rispetti:

Arrosto misto con patate al forno

 

Una fettina, una costata e un pezzo di salsiccia per ciascuno dei commensali; un secondo abbondante e per una volta anche di qualità, con carne tenera e saporita, il tutto accompagnato da ottime patate al forno. Non mancava neanche un’insalata mista per alleggerire un po’ il palato:

Insalata mista

Infine si chiude con i dolci, che solo all’apparenza sembrano deludere:

Dolcetti della tradizione ragusana

 

Si tratta infatti di panzerottini di ricotta, cioccolato di modica e mini paste di amaretto, tutto davvero molto gustoso e soprattutto freschissimo!

In sostanza una bella giornata di gusto, con cibo di buona qualità e sopratutto con una cornice davvero stupenda. Spesso si dice che le trattorie troppo vicine a monumenti o luoghi d’interesse sono da sconsigliare, in realtà in questo caso possiamo tranquillamente smentire questa affermazione, consigliandovi quindi di farci una visita!

Costo del menu provato: 20 €

 

Pro

  • Buona qualità
  • Ottima quantità di cibo
  • Prezzi onesti

Contro

  • Antipasto misto migliorabile
  • Dolci (solo) per veri intenditori

 

Voto del Team: 9.0

Gelateria “Fiordilatte” – Siracusa

E’ uno dei luoghi di ritrovo più in voga tra i giovani e meno giovani siracusani, una gelateria un po’ particolare, dotata di ampi spazi interni ed esterni, sede spesso di raduni, feste o semplici incontri amichevoli.

La Gelateria Fiordilatte è diventata di fatto un vero e proprio punto di riferimento, in cui gustare dell’ottimo gelato ma soprattutto passare il tempo chiacchierando o giocando con i numerosi passatempi messi a disposizione dei clienti come le carte da gioco, i giochi di società ecc.

Oltre a gustare le normali coppette e coni, da Fiordilatte è possibile trovare alcune preparazioni particolari eseguite in diretta, “espresse”, sempre a base di gelato artigianale.

Ecco dunque alcune delle specialità che offre la casa, a cominciare dalla famosa “Mattonella”:

La Mattonella

Si tratta di due gusti di gelato a scelta racchiusi tra due quadrati di pan di spagna, il tutto ricoperto da una delle numerose creme disponibili (pistacchio, cioccolato, nutella, mou, cocco, nocciola ecc) e da una tipologia di croccantini sempre a scelta tra pistacchio, granella di pistacchio, mandorle, nocciole, smarties ecc.

Ecco invece il Calimero:

Calimero

Una composizione formata da una ciambellina calda al cioccolato con cioccolato fuso dentro, panna e due gusti di gelato a scelta.

Per uno snack più leggero, ecco lo Yoyo:

Lo Yoyo, con la gentile collaborazione del buon Fabio Palmisano

Una doppia cialda ripiena di due gusti, richiusa e saldata con cioccolato fondente; ottima, peccato che dopo un morso si apra tutta!

Un buon babà della tradizione:

Babà

Un grosso babà ripieno di due palle di gelato a scelta, ricoperto come al solito da crema e granella!

Anche il semplice cono però può diventare una prelibatezza:

Cono affogato

Basta scegliere i gusti e farlo immergere nella grande vasca di cioccolato fondente!

Così come le coppette:

Coppa del Re

Una coppa di cialda con bordo al cioccolato granellato, ricoperta di salsa al pistacchio e smarties! In questo caso forse un po’ troppa salsa…il che non è affatto un problema!

Fiordilatte però è in grado di preparare anche delle freschissime torte gelato espresse, basta attendere solo mezz’ora:

Torta Fiordilatte

In questo caso si è trattato di una torta di compleanno, ma potete davvero crearla come vi pare! Due gusti e guarnizioni personalizzate, come sempre.

Il gelato è in generale molto buono, con punte di eccellenza (pistacchio, ricotta, nero fondente) ma anche con qualche sapore meno intenso (la nocciola per esempio); le salse e gli ornamenti sono invece tutti davvero ottimi.

Costo medio per una preparazione speciale: 3,5 € , il resto da valutare ogni volta.

Pro

  • Gelato artigianale mediamente di buona qualità
  • Ampi spazi interni ed esterni con attività ricreative
  • Creazioni espresse buonissime e bellissime!

Contro

  • Alcuni gusti meni buoni di altri
  • Scelta di gusti non eccelsa
  • Granite non all’altezza dello standard siracusano

Voto del Team: 9,5

Agriturismo “La Casa Azzurra San Basilio” – Ispica (RG)

Continua il nostro interesse verso gli agriturismi, ricchi di sapori della cultura contadina che noi, “gente di città”, non vediamo l’ora di riscoprire. L’area del Ragusano, da sempre una delle più ricche e floride della Sicilia, offre tutta una serie di posti in grado di soddisfare ogni tipo di palato, sempre tenendo d’occhio il portafoglio!

La Casa Azzurra è però situata in contrada Marza, una delle più famose di questo pezzo di Sicilia, perché sede di importanti coltivazioni di vite (si crea infatti il famoso vino rosso dal sapore intenso detto “ra Marza”, “della Marza”) ma soprattutto piena di allevamenti e serre adibite alla piantagione del pomodoro Ciliegino di Pachino.

Una volta entrati nel caratteristico casale, siamo stati subito assaliti dalla numerosissima quantità di antipasti, da sempre motivo di vanto per ogni agriturismo che si rispetti:

Verdure grigliate miste

Bruschette con melanzane sott’olio

Frittatine di verdure

Patate bollite con peperoni grigliati

Ricottine

Crostini con ricotta e crema di castagne

Parmigiana di melanzane

Focaccia “faccia di vecchia”

Olive al naturale e pomodori secchi

Zuppa di ceci

Mele infornate

L’incredibile carrellata di antipasti è creata in modo da soddisfare ogni tipo di palato; tutto era molto buono e curato ma la menzione d’onore va sicuramente alla parmigiana, pesante ma saporitissima, alle patate con i peperoni, un sapore davvero legato al territorio, e ai crostini, inclusi quelli assaggiati per la prima volta alla crema di castagne.

Ecco adesso i primi, si comincia addirittura con uno di pesce:

Gnocchetti al sugo di Pesce Spada

Gli gnocchetti, pasta tipica di quelle zone, erano davvero molto delicati ma non per questo scialbi; ad onor del vero non era presente moltissimo pesce spada ma, per il prezzo pagato non era davvero il caso di lamentarsi. Personalmente, non amando il sapore forte del pesce, ho apprezzato molto questo piatto.

Ecco quelli di carne:

Cataneselle pomodoro e cipolla con ricotta salata

Ravioli al sugo di maiale

Semplici ma decisamente corpose le cataneselle, arricchite da un’ottima ricotta salata tipica di quei luoghi; molto buoni i ravioli, pieni di gustosa ricotta e accompagnati da un sugo forse non densissimo ma in ogni caso saporito.

A questo punto, come facilmente intuibile, tutti i commensali erano già quasi sazi; in questo contesto poco incline ad ingurgitare altro cibo, arrivano i secondi:

Arrosto misto di maiale (costolette e salsiccia)

Insalata mista

Bollito di vitello

In realtà la carne alla griglia non era tenerissima,  la stessa salsiccia aveva un po’ troppo grasso per i nostri gusti, tuttavia il giudizio a questo punto del pranzo è sicuramente offuscato dallo stomaco già pieno; il bollito, seppur indubbiamente gradevole, non è stato di fatto quasi neppure sfiorato.

L’unica, vera, grande delusione è stato il dolce:

Zeppole con lo zucchero

Nessun tipo di pasterella o torta, ma solo alcune frittelle tipiche autunnali, le “zeppole”, che si mangiano con lo zucchero, tra l’altro neppure buonissime.

Un vero peccato, perché il pranzo aveva sostanzialmente soddisfatto tutti: qualità nella norma e quantità spropositata.

Eccezionale infine il rapporto qualità/prezzo: tutto questo ben di Dio, inclusa acqua e vino della casa, è costato solo 15 €.

Pro

  • Grande quantità di cibo
  • Qualità e varietà accettabile
  • Rapporto qualità/prezzo vantaggioso

Contro

  • Secondi migliorabili
  • Dolci assenti

Voto del Team: 9.0