Archivio mensile:novembre 2012

Trattoria “Da Leo” – Lucca

Il nostro inviato “gustoso” Giacomo Benedetti ci racconta il suo pasto in un noto locale lucchese

La Trattoria “Da Leo” situata nel centro storico di Lucca è da sempre quella che definirei un’ancora di salvezza culinaria per gli affamati.

La Trattoria è di quelle “sincere e schiette” come un buon bicchiere di vino rosso: cucina casalinga semplice, tipica lucchese e toscana.

L’ambiente è “alla buona”, senza pretese ma dove non manca un’atmosfera familiare e di convivialità.

Consigliato iniziare con un misto di affettati e salumi toscani, procedere con i primi piatti lucchesi tra cui si evidenziano i tortelli all’affumicata. Tra i secondi troviamo il best off della cucina lucchese, con spezzatino in umido, fritto di pollo e coniglio, bistecche e molto altro.

Tortelli all’affumicata

Patate al forno

Cotechino con fagioli all’Uccelletta

Spezzatino di manzo al Chianti

Per essere una trattoria si ha un buon numero di portate tra cui scegliere e anche i dolci meritano attenzione anche grazie alle abbondanti porzioni.

Tutto davvero ottimo, con sapori decisi ma sempre piacevoli, naturalmente per i fan delle carni rosse simbolo della toscana.

Tutto questo è “condito” da un prezzo medio eccezionale, che fa apprezzare ancora di più il tutto,  inferiore alle 20 euro a persona.

Pro

  • Cucina tipica
  • Ambiente familiare
  • Rapporto qualità/prezzo

Contro

  • Ambiente familiare (per chi cerca qualcosa di sofisticato)
  • Un po’ di rumore nelle serate di punta (ma è una trattoria ed è “il su’ bello” come si dice a Lucca

 

Voto del Team: 8.0

Pub/Pizzeria “Ottavo Nano” – Lucca

Nella bolgia infernale (ma decisamente divertente) che caratterizza i giorni del Lucca Comics & Games, noi del Team, abituali visitatori della manifestazione, abbiamo nell’Ottavo Nano un punto di riferimento, un luogo di ritrovo dove oltre al buon cibo non manca l’intrattenimento di qualità.

Anche quest’anno abbiamo fatto una capatina e, stavolta, in veste per così dire “ufficiale”, gustando quattro pizze:

Con porcini, pancetta, provola affumicata e pomodoro

Ai Porcini

Salsiccia, wurstel e porcini

con funghi freschi e crudo

L’impasto è gustoso, sottile ma non croccante, apparentemente troppo cotto ma in realtà solo ai bordi della pizza.

Ottimi gli ingredienti, a cominciare dai funghi porcini, per finire con quelli freschi e soprattutto con i salumi, secondo tradizione Toscana di altissima qualità Sorpresa anche per la salsiccia, diversa dalla tradizione sicula ma comunque davvero molto gustosa.

Certo non ci troviamo di fronte a pizze di alta gastronomia o ad un locale che offre una vastissima scelta, ma si tratta in ogni caso di una certezza, un luogo dove mangiare bene ascoltando anche della ottima musica.

Vastissima invece la scelta delle birre, vero fiore all’occhiello del pub.

Il totale pagato, incluse 4 bibite analcoliche, è stato di 39 euro in 4, meno di 10 euro a persona.

 

Pro

  • Ingredienti di qualità medio alta
  • Vasta scelta di birre
  • Rapporto qualità prezzo molto conveniente

Contro

  • Mancano ingredienti più ricercati e gastronomici
  • Poche alternative per cenare
  • In caso di serate musicali, l’acustica impedisce ogni dialogo

 

Voto del Team: 8,5

Fiaschetteria “Il Pulcino” – Siena

Torniamo nella nostra amata Toscana per parlare di un piccolo locale, nei pressi del centro storico di Siena, in cui abbiamo trovato un’atmosfera e una cucina davvero familiare, esattamente quella che il Team apprezza maggiormente.

La Fiaschetteria Il Pulcino è in sostanza una trattoria molto piccola, in cui il menu del giorno è scritto su una lavagna posta all’esterno, con prezzi chiari e in bella vista.

Al nostro arrivo abbiamo optato per 3 primi diversi, e precisamente i Pici Cacio e Pepe:

Pici Cacio e Pepe

la tipica pasta toscana declinata qui in un semplice ma magnifico cacio e pepe, davvero perfetto anche nella consistenza del sughetto. L’altro primo era composta dai tagliolini ai funghi porcini:

 

Tagliolini ai funghi Porcini

La pasta era buona ma non ottima, a detta di chi l’ha ordinata infatti mancava forse un po’ di sale. Buoni invece come sempre i porcini, ma qui si spara propio sulla croce rossa. Ecco infine il terzo primo, Maccheroncini bicolore pomodoro e ricotta:

Maccheroncini bicolore Pomodoro e Ricotta

Pasta cotta al dente ma piatto poco saporito, a causa della ricotta che purtroppo non può essere paragonata a quella, dal sapore nettamente più intenso, tipica del sud Italia. Naturalmente si lasciava mangiare con tranquillità ma non ha lasciato ricordi memorabili.

Due invece i secondi scelti, uno sformato di verdure:

Sformato di verdure

Dal buon sapore, forse un po’ troppo “farinoso” al palato ma comunque gradevole, lo sformato è stata una scelta economica ma al contempo sostanziosa.

Più ricco invece l’ultimo secondo, una scaloppina di pollo ai funghi porcini:

Scaloppine di pollo ai Funghi Porcini

Qui davvero si alza tutto il livello del pranzo: un petto di pollo magro, tenerissimo e cotto a puntino, arricchito da un sugo ai porcini profumato e saporitissimo, ideale per la “scarpetta” con il tipico pane toscano senza sale che, al contrario dei miei commensali, io apprezzo moltissimo.

In definitiva un pranzo sì frugale ma non certamente scadente, con alcune vette di eccellenza (i Pici e le scaloppine) e altre di normalità comunque più che accettabile. Un locale consigliato per chi vuole mangiare come a casa spendendo poco. Unico appunto forse le porzioni non abbondantissime, ma non tutti hanno la nostra fame!

Con due litri d’acqua e mezzo di vino, abbiamo pagato circa 14 euro a persona 

 

Pro

  • Posizione centrale
  • Cucina tradizionale
  • Prezzi modici

Contro

  • Porzioni non memorabili
  • Qualità tra alti e bassi
  • Menu limitato

 

Voto del Team: 7,5