Archivi tag: da zino

Ristorante Pizzeria “Da Zino” – Maletto (CT)

I nostri affezionati “degustatori” Fabrizio e Barbara ci inviano un nuovo interessante reportage da un locale molto carino, ecco dunque il resoconto della loro esperienza!

A Maletto, un paesino etneo situato a pochi Km dal ben più noto Bronte, abbiamo avuto modo di provare la cucina del ristorante Da Zino, un locale che nonostante le aspettative da “taverna rustica” ci ha sorpresi per la sua sobria eleganza.

La premessa da fare prima di cominciare il nostro racconto è che a causa di un banchetto di nozze presente nell’altra sala, il servizio ne ha ovviamente risentito un minimo; siamo però certi che nel corso di giornate normali non dovrebbero esserci problemi di sorta.

Il nostro pasto, secondo quanto consigliato dalla casa, è cominciato con l’impressionante giro degli antipasti:

Salumi misti

Sottoli misti

Formaggi misti

Bruschette al pomodoro

Meloncino con aceto balsamico

Fonduta di pecorino al prezzemolo

Funghi di montagna

Fonduta di pecorino al pistacchio

Involtini di melanzane

Ricotta infornata

Dopo tutto questo ben di Dio, era inevitabile sentirsi praticamente già sazi. Le portate erano assolutamente buone, ma una speciale menzione va sicuramente alla ricotta infornata, un gusto particolare che difficilmente si può trovare in altri posti. Assolutamente promossi poi anche i funghi, i salumi e gli altri formaggi.

Per la scelta dei primi, sebbene avessimo deciso di limitarci nelle quantità, abbiamo optato per due paste molto saporite e “ricche”: Linguine alla Montanara con pomodoro e funghi freschi e, ovviamente, un tributo al frutto che ha reso queste terre famose, ossia Strozzapreti con panna, pistacchio e speck.

Vassoi con i primi

Particolare delle mezze porzioni dei primi

Più delicate ma comunque sicuramente ottime le linguine, assolutamente appaganti sotto ogni punto di vista gli strozzapreti; il risultato è un mix di sapori e profumi unici, che solo il nostro senso di sazietà ha potuto limitare.

Nonostante tutto, avremmo certamente gradito un eventuale dolce della casa a fine pasto ma, con sommo dispiacere, abbiamo appurato la presenza di soli gelati confezionati, una soluzione che stona con il senso di genuinità che il locale trasmette.

Il prezzo pagato per questo pasto è stato di € 20,00 a persona.

Pro

  • Il festival degli antipasti
  • Il pistacchio di Bronte, che resta il numero uno al mondo
  • L’ottima ricotta infornata

Contro

  • Il servizio in presenza di cerimonie perde un po’ di efficienza
  • Dolci totalmente assenti
  • Prezzo tutto sommato giusto, ma i primi erano mezze porzioni

Voto del Team: 8,5